Posted on 2 commenti

Come montare la parete attrezzata per gatti 1

Come ben sanno tutti gli amanti dei gatti, ai nostri amici a quattro zampe piace saltare in lungo ed in largo e, specialmente se non si dispone di uno spazio all’aperto, ogni arredo di casa diventa per loro una rampa di lancio o un punto di atterraggio. Per evitare danni a tendaggi e suppellettili ed allo stesso tempo assecondare la voglia di avventura del nostro gatto niente di meglio che attrezzare una parete con ripiani e rifugi a diverse altezza, così il micio potrà correre o riposarsi vegliando dall’alto tutta la casa. Ma come montare la parete attrezzata? Ecco 4 semplici consigli pratici!

1) Prima di tutto tenere presente che occorre scegliere con accortezza i tasselli che sorreggono le mensole in relazione a due fattori: peso del gatto e tipologia del  supporto al quale fissare gli arredi.

La maggioranza delle mensole e dei rifugi statici in commercio sono dimensionati per sopportare un peso massimo di circa 15 kg per cui i tasselli dovranno essere dimensionati di conseguenza ed opportunamente distanziati tra loro. L’ideale è distribuire il peso su un numero maggiore di tasselli e maggiorare il carico per considerare che il gatto, saltando, esercita un peso anche molto concentrato in un punto.

2) In merito al tipo di supporto al quale fissare gli arredi solitamente ci troviamo di fronte a   pareti di laterizio ma può capitare di incontrare anche elementi in calcestruzzo, come travi o pilastri. Controllate sempre sulla confezione che il  tassello scelto per il fissaggio sia idoneo al tipo di supporto  per evitare che con l’uso il tassello si sfili ricordando che pareti in cartongesso non sono in ogni caso adatte per sopportare il peso di pareti attrezzate per gatti.

3) Un altro aspetto da tenere presente nel montaggio della parete attrezzata è la distanza, verticale ed orizzontale, da lasciare  tra gli elementi affinché il gatto salti senza problemi sia in alto che in avanti. In media è bene non distanziare oltre i 30 cm i diversi componenti della parete attrezzata e tenere a mente che gatti più avventurosi potranno gradire anche salti più lunghi, fino a 40 cm, mentre gatti anziani o timorosi preferiscono distanze inferiori.

4) Per concludere questa prima carrellata di consigli pratici sulla parete attrezzata è bene ricordare che  nel montaggio di mensole e rifugi si dovrà tenere conto anche di non interferire con il passaggio di canalizzazioni all’interno delle murature (condotte dell’acqua, fili elettrici, tubi del gas). Se non avete lo schema degli impianti di casa meglio stare, con fori ed arredi, ad almeno 20 cm dal pavimento, per evitare canalizzazioni orizzontali di gas ed elettricità che devono stare a 15 cm dal pavimento, ad almeno 20 cm dalle porte e dalle finestre, per evitare interruttori e passaggio di fili elettrici in verticale e lontano dalla parete a comune con bagno o con la  cucina dove le condotte potrebbero facilmente passare anche ad altezze diverse. In ogni caso fate attenzione perchè queste distanze non sono sempre valide, specialmente nelle vecchie case.

 

2 thoughts on “Come montare la parete attrezzata per gatti 1

  1. Buonasera,
    ma oltre ai preventivi e ai progetti non e’ quindi previsto la consegna chiavi in mano della parete attrezzata? non sono riuscita a capire….

    1. Buonasera,
      grazie per la domanda.
      Le confermo che, nel servizio standard, non è previsto il montaggio perchè i componenti della parete arrivano a casa con le istruzioni di montaggio e sono molto semplici da montare. Eventualmente, però, necessitasse di un aiuto per il montaggio possiamo supportarla gratuitamente nel trovare un montatore nelle sua zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *