Posted on Lascia un commento

Mirtilla, Principessa e la nuova parete attrezzata progettata da HPH

Home Pet Home (HPH) ha realizzato il progetto di parete attrezzata per le bellissime micie Mirtilla e Principessa. Scopriamolo insieme!

COM’E’ NATO IL PROGETTO

Qualche tempo fa Silvia ci ha contattato e ci ha commissionato una parete per gatti: le piaceva l’idea di fare un regalo alle proprie gatte Mirtilla e Principessa. Una parete attrezzata dove loro potessero arrampicarsi e muoversi ma anche riposarsi in tutta tranquillità.

fase 1: LA SCHEDA COMPORTAMENTALE

Come di solito facciamo quando iniziamo a progettare un nuovo spazio abitativo, abbiamo fatto compilare il questionario standard che utilizziamo per raccogliere le informazioni sul comportamento degli animali presenti in casa. In più abbiamo preso contatto telefonico e via e-mail per definire ancora meglio il carattere delle due gatte, le loro esigenze comportamentali e la relazione che hanno tra loro e con Silvia.

Principessa

Fin da subito è emerso che Mirtilla è la più spigliata ed esuberante delle due, mentre Principessa è più riservata e timida. Entrambe sono molto affettuose con Silvia anche se Mirtilla è certamente più espansiva. Mirtilla e Principessa non vanno molto d’accordo tra loro e quindi preferiscono vedersi poco. Gli unici momenti della giornata in cui stanno volentieri assieme sono nel corso della mattinata quando ogni tanto si affacciano alla finestra in particolare se sentono un rumore improvviso e la sera nel letto con Silvia. Principessa, poi, subisce il carattere più intraprendente di Mirtilla e spesso preferisce isolarsi sul piano di lavoro della cucina dove Silvia ha saggiamente messo un comodo cuscino.

fase 2: IL PROGETTO SPAZIALE MODULARE

Successivamente siamo passati a disegnare, in base al rilievo, il 3D della stanza, con gli ingombri reali dei mobili, in modo da poter verificare attraverso alcune soluzioni progettuali alternative, quali elementi d’arredo per le gatte posizionare (ponte tibetano? rifugio?) e dove collocarli con esattezza rispetto agli spazi di manovra occorrenti per le gatte e per Silvia. Il risultato è il un progetto è modulare, ossia che offre la possibilità di costruire il percorso per tappe, in modo da dilazionarne i costi di realizzazione.

Come primo modulo progettuale noi di HPH abbiamo pensato di attrezzare per prima la parete in prossimità del divano perché era libera da ingombri (arredi, impianti, elementi strutturali) ma soprattutto perché in questo modo il percorso avrebbe costituito un elemento di orbitazione intorno alla proprietaria Silvia dando modo alle due gatte di scendere sul divano proprio per stare assieme a lei.

L‘idea progettuale complessiva prevede l’installazione di un percorso costituito da una serie di mensole e moduli da parete che parta a lato del divano per poi dipanarsi in due direzioni: la prima verso il top del frigorifero mentre la seconda in direzione opposta verso la finestra. In più con la messa in opera di poche altre mensole è possibile collegare il piano da lavoro della cucina dove riposa Principessa con il tavolino alla finestra dove di solito si incontrano amichevolmente le due micie.

BUDGET E RISULTATO

Con un budget per gli arredi inferiore a 300 € abbiamo così potuto realizzare la prima parte del progetto ossia la parete attrezzata dietro al divano!  Questa sarà il punto di partenza della realizzazione complessiva che Silvia potrà, con le tempistiche a lei più comode, completare agevolmente.

Adesso le due gatte hanno più spazio a loro disposizione. Mirtilla è andata subito ad esplorare i nuovi elementi della parete attrezzata. A poco a poco però anche Principessa si è fatta coraggio ed è finalmente scesa dal suo rifugio sulla cucina per andare a dare un’occhiata. Adesso le due gatte utilizzano il nuovo spazio a loro disposizione in modo alterno: mai assieme, sia mai! Inoltre le scaramucce quotidiane tra le due sono diventate sempre più rare e adesso si incontrano molto più volentieri e più spesso sul piccolo tavolino in prossimità della finestra.

Insomma il percorso, anche se solo in parte realizzato, ha costituito un elemento di arricchimento ambientale notevole per le due micie, figuriamoci quando tutto il percorso sarà finalmente completato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *